WALCOR CREMONA-SPORTLAND MILANO 1-5 (1-3)
Reti:
7’ Pozzi (S),11’ rig. Filiberti (S), 13’ Valente (W), 16’ De Oliveira (S), 7’ st Civello (S), 15’ st Pozzi (S)

WALCOR CREMONA: Contesini, Cottini, Valente, Garzon, Ferrari, Sara Savazzi, Piccoli, Scandola, Carol Savazzi, Scuto, Dede, Serrao. Allenatore: Stefania Caimmi
SPORTLAND
: Malgrati, Seveso, Giordi, Crespi, Civello, De Oliveira, Pozzi, Filiberti, Ribeiro, De Stefano. Allenatore: Riccardo Franco

Arbitri: Carlotta Filippi (Bergamo), Stefania Cedraro (Perugia); cronometrista: Davide Sanneris (Mantova)
Espulsa
: Scandola (W)

 

Seconda vittoria consecutiva per la Sportland Milano, che sbanca d’autorità il palazzetto della Walcor Cremona e scavalca al quarto posto la Fenice. Positiva la prestazione delle milanesi che tengono costantemente il pallino del gioco in mano.

In avvio scendono in campo Malgrati tra i pali e il quartetto di movimento Seveso, De Oliveira, Pozzi e Civello.
Nei primi minuti le occasioni più ghiotte capitano sui piedi di Pozzi e Civello, mentre le padrone di casa replicano, ma prima impegnano Malgrati, poi commettono un errore sotto misura di Dede. Al 7’ Pozzi rompe l’equilibrio, ribadendo in rete dal limite dell’area un pallone carambolato da una mischia. Quattro minuti dopo Crespi viene messa giù in area e Filiberti trasforma il penalty, con la soddisfazione del primo gol stagionale.  Crespi continua la sua ricerca del gol, ma stampa il palo. Un minuto dopo Cremona dimezza il gap con Valente.La Sportland reagisce con un palo colpito da Seveso. A 4’ dal riposo pregevole scambio tra Seveso e De Oliveira, che firma l’1-3 e festeggia nel migliore dei modi il compleanno.

Nella ripresa Civello cala il poker milanese, con una palla messa in mezzo e deviata da un difensore. A metà secondo tempo Scandola si becca il secondo giallo, ma la Sportland non approfitta dei 2’ di superiorità numerica. Il 5-1 arriva comunque a 5’ dal termine grazie ad un assist di Civello per il bis di Pozzi.
Nel finale le padrone di casa colpiscono un palo e una traversa e costringono Malgrati a tre miracoli per blindare il 5-1 e mantenere il primato nella speciale classifica dedicata alle migliori difese del girone.

 

(Rinaldo Badini, ufficio stampa)

Commenti

0