È terminato il primo campionato di serie A2 per la Sportland. La stagione si è chiusa con un positivo sesto posto per la Sportland Milano.

Adesso è tempo di bilanci con il tecnico Riccardo Franco, approdato a novembre sulla panchina della formazione milanese.

 

Sei soddisfatto di quanto fatto dalle ragazze in questi tuoi sei mesi al timone della Sportland femminile?
Sì, sono complessivamente soddisfatto, anche se sono sempre molto critico ed esigente con me stesso e per questo, come sempre nella vita e nello sport, si poteva fare meglio.

Il sesto posto rispecchia il valore della rosa?
Lo ritengo un ottimo risultato come neopromossa e per quelli che erano gli obiettivi di inizio stagione. Però, per come si era messo il campionato il quarto posto era alla nostra portata, visto che quella era la nostra posizione a due giornate dalla fine. Poi ci ha penalizzato soprattutto la sconfitta a pochi secondi dal termine sul campo dello Jasnagora.

Cosa ti è piaciuto di più e cosa meno?
Mi sono piaciute la crescita del gruppo, dal punto di vista del gioco, e la crescita di alcune giocatrici tra quelle che non avevano mai giocato un campionato nazionale. Forse ci è mancata in alcune gare anche un po’ di fortuna che ci avrebbe permesso di ottenere qualche punto in più per chiudere al quarto posto, che ripeto era ampiamente alla nostra portata.

 

(Rinaldo Badini, ufficio stampa)

Commenti

0