Sabato 13 aprile ultima gara della stagione per la Sportland Milano, che nell’anticipo della ventiduesima giornata di campionato, ospita al Pala Pertini di Cornaredo (ore 16) la capolista Vip Tombolo. Le milanesi sono seste in classifica, complice la beffarda sconfitta di domenica scorsa sul campo sardo dello Jasnagora, maturata a 2 soli secondi dal termine. Anna Civello ci spiega come la squadra arriva all’ultimo appuntamento ufficiale della stagione.

La sconfitta contro lo Jasnagora è stata meritata oppure vi ha lasciato molti rimpianti per come è maturata?
Un po’, perché abbiamo dominato la partita nel primo tempo, chiuso in vantaggio 2-0. Però come sappiamo il calcio a 5 è imprevedibile e dopo essere state raggiunte sul 2-2 abbiamo trovato la forza di tornare avanti. Nel finale loro hanno riequilibrato di nuovo il risultato. E quando il pareggio sembrava deciso, abbiamo subito il 4-3 fatale a due soli secondi dalla fine su un calcio d’angolo a nostro favore, concluso con un rinvio dalla loro difesa che si è trasformato in un gol incredibile.

La stagione è comunque da considerare positiva?
Sì, perché siamo una matricola della Serie A2, che ha sempre occupato la parte alta della classifica e ora siamo anche consapevoli del nostro potenziale.

Quali sono gli aspetti più positivi?
Le vittorie contro Fenice, Noalese e Audace dimostrano che possiamo battere chiunque: la sconfitta contro lo Jasnagora ci deve servire per capire che non si deve mollare mai fino a quando non è suonata la sirena finale.

Dove invece potevate fare meglio?
Si può sempre fare meglio, ma soprattutto siamo mancate in alcune trasferte nel girone di ritorno dove potevamo dare di più sotto tanti punti di vista.

Sei soddisfatta della tua stagione?
Abbastanza, anche se avrei potuto fare di più, ma l’ambientamento in una nuova squadra non è mai semplice.

Sabato come affronterete l’ultima gara contro la capolista Vip Tombolo?
Come sempre giocheremo per vincere, perché vogliamo chiudere in bellezza il campionato, visto che il Vip Tombolo è l’unica squadra tra le cinque che ci precedono in classifica che non siamo ancora riuscite a battere. Non sarà facile, perché loro sono un’ottima squadra e sabato si giocheranno il primo posto finale.

 

 

(Rinaldo Badini, ufficio stampa)

Commenti

0